foto dal web

Il ruolo dei testimoni è di fondamentale importanza se si considera che sono proprio loro a dare valore legale al matrimonio.

Per tale motivo vengono solitamente prescelti tra fratelli o sorelle o persone legate da una profonda amicizia.

Il galateo fornisce delle preziosi indicazioni in merito a questo importantissimo ruolo. Spetta, infatti, al testimone dello sposo la custodia delle fedi e la consegna al sacerdote (in mancanza di paggetto o damigella).

Alla testimone della sposa invece, spetterà il compito di accompagnarla per la scelta dell’abito.

Inoltre, entrambi i testimoni dovranno organizzare la festa di addio al nubilato / celibato.

foto dal web

I paggetti hanno il compito di aprire il corteo di ingresso e di uscita, oltre al delicatissimo compito di portare le fedi e consegnarle al celebrante.

Le piccole damigelle saranno dietro la sposa nel corteo di ingresso e di uscita a sorreggere il velo oppure saranno disposte insieme al paggetto a spargere petali di fiori contenuti in un  elegante cestino.

Le damigelle adulte, prescelte tra le amiche più strette o legate da vincolo familiare, avranno  il compito di supportare per l’intera giornata la sposa. Dal momento della vestizione avranno il ruolo di presenziare  e affiancare la futura sposa con uno sguardo, un sorriso ed avranno particolare cura al suo aspetto, che sia la sistemazione dell’abito o del trucco o dell’acconciatura.

Anche i genitori avranno dei ruoli nel giorno più bello della vita dei propri figli.

Avranno cura di accogliere gli inviati che si presenteranno a a casa per accompagnare l’uscita dei propri figli, dopo aver preparato un rinfresco in segno di buon augurio, con l’esposizione del miglior servizio in cristallo e argento.

Accompagneranno i futuri sposi in ogni passo. Al padre della sposa il compito di accompagnarla all’altare dove incontrerà il futuro sposo che sarà ad attenderli con la propria madre al fianco.

Finita la celebrazione, i genitori vestiranno gli abiti dei “padroni di casa” aiutando i commensali alla sistemazione nella struttura prescelta e interagendo con loro sostituendosi, parzialmente, ai convenevoli dell’evento.

Al padre della sposa spetta il secondo ballo con la figlia e, contemporaneamente, lo sposo inviterà la propria madre al ballo.

foto dal web

Il galateo indica alcune regole che anche gli invitati dovrebbero rispettare, quali: confermare al più presto la partecipazione all’evento; informarsi se è stata fatta una lista nozze, non indossare abiti bianchi – soprattutto le donne -; arrivare con trenta minuti di anticipo; non occupare le prime file del luogo della cerimonia, perchè riservate ai familiari più stretti; spegnere i cellulari durante la celebrazione; non scatenarsi all’uscita degli sposi dalla chiesa con schiamazzi o lanciare oggetti che non siano riso o petali.

Anche se queste tradizioni sono molto in disuso negli ultimi tempi, le giovani coppie e tutti i protagonisti che ruotano intorno ad essi riusciranno a far prevalere comunque il buon gusto soprattutto in termini di cortesia ed eleganza dei comportamenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: